Vivere come se stessi facendo l’amore con me stesso

Oggi è passato un anno da quando ho stretto su amicizia con Jelena. Il detto quando trovi un amico/a trovi un tesoro con lei vale tutto. Ieri Jelena mi ha dato la più bella definizione di vivere che ho mai sentito o letto finora: “vivere come se stessi facendo l’amore con me stesso” Le distinzioni sono ciò che rende ricca una vita e le metafore che adottiamo possono letteralmente cambiare il nostro modo di vivere, dove andremo...

Read More

L’illusoria ovvietà del “nulla ha senso”.

Molti anni fa, verso la fine delle scuole superiori, insieme ad un mio amico (che poi si iscrisse a filosofia) facemmo un esercizio di pensiero, che portava illusoriamente a credere che “nulla avesse senso”. Con mio stupore notai che altri ragazzi e ragazze avevano fatto lo stesso esercizio di pensiero arrivando alla stessa illusoria conclusione, e la citavano con una certa fallace fierezza. Ancora oggi a quasi 30 anni di distanza...

Read More

Glasser: depressione? No, depressare. E perché autocontrollo è l’ultimo apprendimento e non il primo.

Glasser afferma che le persone “non sono depresse”, “stanno depressando”. Rendere nuovamente verbo (azione) e non sostantivo ci può aiutare concretamente a capire che per essere in uno stato emozionale dobbiamo compiere azioni e scelte specifiche. È una spiegazione razionale lo so. Eppure se uno razionalizza risulta molto efficace. Il problema è come metterlo in pratica? Ricordiamoci intanto che nessuno nasce...

Read More

Come controllare le emozioni, errore più diffuso.

L’errore più diffuso è pensare di controllare la Paura sul nascere. Cercherò di spiegare i motivi di questa idea che diventa una trappola logica. Intanto questo è un errore che mi capita spesso di sentire o leggere e più genericamente è quello relativo al fatto di poter controllare le emozioni. In tutte questi racconti che sento o leggo l’omissione è sempre relativa al fatto che il soggetto vorrebbe controllare le emozioni...

Read More

Un’altra conferma della responsabilità della propria comunicazione.

La comunicazione, come insegna Watzlawick, ha (più o meno) sempre una componente per così dire “manipolativa” (vedi pragmatica della comunicazione umana, dove per pragmatica si intende l’effetto della comunicazione), sta a noi fare in modo che questa manipolazione sia utile o come si usa dire “win to win”, vinco io e vinci tu (o vinci tu e vinco io). In questo video possiamo vedere come viene ben descritto come...

Read More

Dare e Ricevere, approvazione, appagamento, interdipendenza, connessione, esseri sociali, e cosa c’è sbagliato negli insegnamenti del “tutto dipende da te”.

In un bel video che vidi tempo fa Alessandro Baricco disse quando i pensieri sono fragili servono molte parole per riuscire ad esprimere un concetto. Bene, questo articolo parla di un fiore fragile, di una intuizioni che cresceva sempre più dentro di me, germinata da un seme piantato nella mia mente dal disaccordo che provavo quando acquisivo insegnamenti provenienti da certe discipline formative, che predicavano l’importanza che io...

Read More