Il problema di prendere una decisione.

Posted by on Luglio 27, 2015

Il problema di prendere una decisione è determinato da questi 3 fattori.

I primi due sono legati alla paura di sbagliare:

1° Avere troppo poche informazioni.
In questo caso la soluzione è esplorare e cercare informazioni.
Conosci qualcuno che ha già risolto questo tipo di problema? Se si chiedi nel modo più dettagliato come ha fatto e cosa ha fatto, compreso se necessario quali credenze e convinzioni aveva a riguardo e quali valori (modeling).

2° Avere informazioni che si contraddicono.
In questo caso la soluzione è fare chiarezza sulle informazioni. Perché ci si potrebbe trovare nell’impossibilità di scegliere, oscillando in continuazione tra pro e contro di soluzioni contrapposte. In tal caso è bene definire le proprie priorità, rivedere la lista dei propri valori, e se necessario imparare come cambiare la percezione del problema. Perché come insegna Albert Einstein, la soluzione a volte sta al di fuori dei termini del problema stesso. In questi casi ci possiamo trovare di fronte alla necessità di fare un “meta-cambiamento” cioè un cambiamento del cambiamento. Mi spiego meglio. Se tutte le azioni che abbiamo fatto per risolvere il problema, continuano a mantenerlo vuol dire che tutte le nostre azioni portano all’invarianza del problema, cioè il problema resta tale e col tempo può peggiorare.

Un problema è come un cancro, lo devi prendere in tempo, se no diventa grosso e ti può uccidere. Ecco perché lo devi risolvere.
Dal Film Bronx

In questo caso una possibile soluzione è appunto apprendere di più su come noi percepiamo il problema, se questo tipo di percezione e diffusa o meno, e se non lo è in altre persone, all’interno del gruppo dei pari o al di fuori del gruppo dei pari, e se altre persone non percepiscono tale cosa come problema, quali credenze, convinzioni hanno a riguardo (modeling).

3° Dover rompere le proprie abitudini, uscire dalla zona di confortevolezza.
Quindi pensare di doversi mettere scomodi, di dover faticare, fare qualche sacrificio.
In questo caso bisogna ricordarsi che per ottenere qualsiasi miglioramento bisogna impegnarsi o usando intelletto (studiare, apprende), o il fisico (lavoro, azioni, spostamenti), sicuramente impegnare del tempo (che va sottratto ad altro, anche al tempo libero se necessario) e fare o produrre azioni specifiche che producano risultati misurabili.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
I Business Angel non investono sulle idee ma nella realizzazione di esse.

 il presidente dei «New York Angels», una costellazione di 120 investitori, i più attivi della East Coast americana, in una...

Chiudi