Lusso, e considerazioni.

Posted by on settembre 10, 2010

Oggi pubblico due citazioni sul “Lusso” che a mio avviso fanno molto pensare.

La contemplazione è un lusso,
l’azione una necessità.

(Henri Bergson)

Oggi tutto ci costa troppo.
Immagino che la vera tragedia dei poveri è che non possono permettersi altro lusso che il sacrificio.

(Oscar Wilde)

Se i poveri non possono permettersi altro lusso che il sacrificio, che in se per se è lavoro duro, quindi azione, quando Anthony Robbins parla dell’Azione nel suo libro “Awaken the Giant with in” forse mi sfuggiva una sfumatura importante che l’Azione in se per se non basta a fornire l’uomo di tempo per la Contemplazione, per il lusso. Ma la FormAzione, ovvero plasmare la propria Azione sul modello di chi ha avuto già successo ci porterà verso l’Eldorado. Ovvero verso il compimento delle Azioni necessarie per raggiungere gli obiettivi. Compreso ottenere il lusso per la contemplazione.

Un povero può contemplare il sole la natura, ma dovrà mangiare, ripararsi dalle intemperie, farsi curare.
Il Cibo che mangerà se non l’ha prodotto lui,
la saggezza e lo studio delle cure che riceverà se non le ha studiate lui
il posto nel quale riceverà riparo durante il gelo se non l’ha costruito lui
ne usufruirà a scrocco se non avrà nulla in cambio da dare.

In un bel cartone animato tanti anni fa Piero Angela spiegava quanto costa ogni nostra azione dal dormire, a farci la doccia, radersi, fare la colazione, prendere un autobus o andare in macchina al lavoro, il pranzo, ritornare a casa, guardare un film o andare fuori la sera e tornare a dormire. Spendiamo anche quando dormiamo, perchè la casa costa al metro quadro, o in affitto o in tasse, e quel costo è diviso per unità di tempo. L’elettricità costa, la benzina costa, l’acqua, il cibo. Ogni cosa ha un valore, in quanto qualcun’altro ha lavorato per fornirla.

Ecco che la contemplazione emerge con tutto il suo costo temporale e si rivela come Lusso.

Anche un santone che passa il tempo in contemplazione e preghiera riceve donazioni per il suo sostentamento.
Anche quell’italiano che è da 6 anni in giro per il mondo in moto ha ricevuto più di 200 donazioni per riempirgli il pieno del serbatoio e continuare il suo viaggio. Sono tutti esempi di come qualcun’altro chiede al lavoro degli altri di pagargli la sua contemplazione.

Quanto tempo contemplativo avete guadagnato oggi?
Buona vita.
Luca Pilolli

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Edward de Bono. Il pensiero laterale.

Oggi parlo un po' di creatività e di come questa abbia bisogno più del CAOS che della logica. Fredrich Nietzsche...

Chiudi