Stephen Covey. Leadership centrata sui principi.

Posted by on aprile 6, 2011

A meno di una settimana, riprendiamo per stimolare un confronto sull’argomento Leadership, questa volta però trattato dall’ormai famoso autore di best seller: Stephen Covey. Di lui  abbiamo già parlato 3 mesi fa, relativamente al suo libro “I Sette Pilastri Del Successo“.

Stephen Covey

Abbiamo anche già raccontato che è docente universitario di comportamento organizzativo e di gestione aziendale presso la Brigham Young University. Ricordiamo anche che ha ricevuto ben 10 lauree “honoris causa”. Tra esse una laurea in Business Administration (Università dello Utah), un MBA in Business Administration (Università di Harvard), un dottorato dalla Brigham Young University. Attraverso i suoi libri, ai corsi e servizi che fornisce con la FranklinCovey, società di consulenza per lo sviluppo della leadership di servizi professionali a livello mondiale, di cui è co-fondatore e vice presidente, Covey è considerato un’autorità della leadership internazionale. Padre di 9 figli e nonno di 44 nipoti, Covey ha ricevuto il Premio Nazionale Paternità nel 2003.  E per il suo impegno nelle attività umanitarie ha ricevuto il titolo Internazionale “Uomo di Pace”.

L’approccio di Covey al tema della Leadership è profondamente diverso dal libro che abbiamo trattato l’altra settimana di Dave Ulrich, Norm Smallwood e Kate Sweetman: “Codice Leadership“. Infatti questi autori propongono 5 Regole fondamentali per dirigere: Immaginare il futuro, Realizzare, Coinvolgere i talenti, Formare i Leader futuri, Investire su se stessi.

Mentre per Covey i punti chiave della leadership sono:

  • Capacità di persuasione,
  • Pazienza, Gentilezza,
  • Possibilità di insegnare,
  • Apertura mentale,
  • Confronto compassionevole,
  • Coerenza a rispetto di se stessi, e di chi lavora per e con il Leader,
  • Integrità ed Onestà.

Pertanto la figura di Leader risulta molto diversa, più centrata sulla crescita e sviluppo interiore.

Covey propone il Leader facendo un parallelismo a lui caro, come un padre saggio che cresce i propri figli. Come un padre che sa accettare i loro errori, e che sa aiutarli a imparare da essi, sempre pronto pertanto a dare sostegno.

 

Una nota di colore: siamo la patria delle belle arti, e poi in fatto di copertine di libri, spesso trovo che le versioni prodotte in Italia (vedi confronto qui sopra), a mio avviso sono le peggiori, per nulla eleganti e attraenti, (perchè lo fanno mi resta un mistero, sarà che qualche editore ha perso il famoso gusto del design italiano???)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
Brian Tracy sulla gestione del tempo.

"Migliorando la qualità della gestione del tempo, si migliora la qualità delle propria vita". Brian Tracy Guarda il video di...

Chiudi