Articoli sulla Lettura Veloce

Scrivere chiaramente, un consiglio da Dale Carnegie

Posted by on Febbraio 9, 2012 in apprendere come imparare meglio a imparare, audio lettura, Come migliorare la comunicazione, Comunicazione, Educazione, Il potere della chiarezza, Il potere della distinzione, Imparare, imparare a imparare, In evidenza, Libri, Muscoli Mentali, Strategie, Strategie d'apprendimento | 0 comments

Dale Carnegie ci racconta in: “Come parlare in pubblico (a pagina 125-126)”, cosa scrisse il presidente americano Woodrow Wilson, relativamente al concetto di chiarezza. Quello che in altri termini possiamo chiamare come “il potere della distinzione”.

Mio padre era un uomo di grande energia intellettuale. Da lui ho avuto l’insegnamento migliore. Non tollerava la vaghezza, e dall’epoca in cui cominciai a scrivere fino alla sua morte nel 1903, a ottantun anni, gli sottoposi sempre quello che scrivevo.

Me lo faceva leggere ad alta voce, cosa che per me era sempre piuttosto penosa. Di tanto in tanto, mi interrompeva:

“Cosa intendi dire qui?” Glielo spiegavo e, ovviamente, così facendo mi esprimevo in modo più semplice che sulla carta.
“Perché non l’hai detto così?” osservava.

“Non sparare su quanto intendi dire con un cannone, devastando la campagna all’intorno; usa una carabina e colpisci dritto nel segno.”

La metafora è tipica di un uomo vissuto nell’ottocento, ma rende ancora l’idea, di cui mi impegno a servirmene più spesso. Compresa la strategia di miglioramento della comunicazione.

Strategia di miglioramento.

1. Non sopportare la vaghezza.

Se non abbiamo la fortuna di avere un padre come quello di Woodrow Wilson, impariamo a rileggere, o meglio ancora, a riascoltare quanto abbiamo scritto attraverso uno speech reader.

Questo ha un duplice vantaggio:

primo, lo sentiamo comodamente letto da qualcun’altro, la voce dello speech reader;

secondo, ci accorgiamo dove il testo non scorre fluido e chiaro e degli errori che rileggendo a voce interna spesso ci sfuggono.

In questi punti facciamo particolare attenzione a tutto ciò che ci sembra vago.

2. Domandiamoci “Cosa intendi dire qui?” E riformuliamo in termine chiaro, definito, usando precise distinzioni nella scelta delle parole.

Perché la ricchezza nelle distinzioni è artefice della ricchezza e padronanza del potere di scelta.

O meglio scritto: “Più distinzioni sappiamo fare e più sono ricche le possibilità di scelta.

Lettura veloce? Come vedere e ascoltare un libro 3 volte più velocemente.

Posted by on Gennaio 21, 2012 in apprendere come imparare meglio a imparare, audio lettura, Audio lettura veloce passiva, Imparare, imparare a imparare, In evidenza | 0 comments

Come velocizzare la propria velocità di lettura è un desiderio di molti.
Ho provato vari sistemi di lettura veloce ma quello che mi ha dato più frutti inizialmente è stato ascoltare i libri più velocemente.

Avevo letto una frase di Brian Tracy che raccontava che studiava audiocassette in macchina durante i trasferimenti, e lo considerava un ottimo sistema di studio. Inoltre trovai molto motivante il fatto che alla fine disse che se non lo avessi fatto io sicuramente lo stava facendo qualcun altro in questo momento, traendone i vantaggi che io non avrei colto, e che sono stati tanto fruttiferi per Brian.

Altre 2 cose che mi persuasero sulla bontà dell’ascolto furono due informazioni, la prima proveniente da un corso di memoria, la seconda da una tabella di una ricerca di una università americana relativa all’apprendimento.
Infatti in questa tabella da test fatti, nella memoria a breve termine, da 1 a 14 giorni, restavano in memoria solo il 10% di informazioni leggendo un libro, è il 20% ascoltandolo.

(altro…)

Tempo Rate e Lettori Mp3, questa funzione utilissima ma ai più sconosciuta.

Posted by on Aprile 10, 2011 in Audio lettura veloce passiva, lettura veloce | 0 comments

Tempo Rate (velocità di riproduzione) è una funzione presente su alcuni lettori mp3 utilissima per chi ascolta audio libri. Consente di accelerare o rallentare l’audio senza modifiche di intonazione. Risulta fondamentale per chi come me vuole studiare più velocemente usando tutti i tempi morti come gli spostamenti in macchina, i viaggi in treno, mentre vado a correre o mi alleno in palestra, mentre cucino o pulisco casa, o il giardino, eccetera.

Risulta molto utile anche per chi fa fitness, o va a correre o insegna ballo ad esempio.

Il problema è che la maggior parte dei rivenditori di lettori mp3 non conoscono questa funzione, e risulta molto difficile effettuare un acquisto corretto. A volte l’unico modo per scoprire se esiste questa funzione nel lettore mp3 è leggere il manuale d’uso. Gli unici siti che riportano informazioni riguardo questa funzione sono siti stranieri.

Io personalmente usavo un lettore Mp3 della MAGNEX che purtroppo non è più in produzione.

Ho individuato alcuni prodotti che dovrebbero supportare questa funzione:

MP3 Player (KM-MC002) KM-MC002

Travellers MP4 Player 4GB – 2.0 Inch Screen + Built in USB

MORE STAR MP301 Flash MP3 Player

Play.com Pro V2 2GB MP3 Player

Come dividere un file audio di grandi dimensioni con Cubase.

Posted by on Settembre 1, 2010 in audio lettura, Audio lettura veloce passiva | 0 comments

Vi è mai capitato di voler dividere un file audio di grandi dimensioni in più parti? A me si. A volte di audio libri esportati in un unico grande file. Ecco come ho fatto per dividerlo in file più piccoli.

In questo caso io importo e taglio il file wave in Cubase. Questo per ora è stato il modo più veloce che ho trovato per tagliare e convertire questi file. (Se qualcuno ha un sistema più veloce please me lo comunichi che aggiorno il metodo.

Ecco come faccio in Cubase:

  1. In Cubase creo una traccia audio vuota che si chiamerà in automatico Audio 01
  2. Inserisco la traccia in Cubase
  3. se i kHz sono diversi gli faccio fare la conversione a 44 kHz altrimenti altera la velocità e l’intonazione della lettura
  4. taglio la traccia circa ogni 10 minuti (tra una pausa e l’altra della forma d’onda)
  5. dopo ogni taglio trascino la traccia sotto in modo che mi crea una nuova traccia (Audio 02, Audio 03), creando una traccia su Cubase per ogni taglio. In questo modo Cubase mi crea i futuri nomi dei file tagliati già correttamente numerati.
  6. Seleziono tutte le tracce audio (control A), tasto destro sulle traccie audio e seleziono AUDIO > Dividi parti.
  7. Esporto tutte le tracce selezionate, e mi genera tutti i file wave tagliati e numerati correttamente.
  8. Apro Wavelab e in bach process faccio la conversione di tutti i file wave in mp3 compressi.

Per quanto riguarda le voci in Sapi 5 ricordo che sono mono, quindi non ha senso fare file mp3 stereo, la traccia duplicata come risultato aumenta di 3db l’audio e aumenta inutilmente la dimensione del file. Inoltre il Sapi5 di origine molto probabilmente per essere di buona qualità era un file a 16 kHz o 22 kHz Mono. Pertanto si può comprimere il file Mp3 tranquillamente a 64Kbytes mono. In questo modo si ottengono file 10 volte più leggeri e sempre di buona qualità.

Balabolka più stabile sotto Windows 7.

Posted by on Agosto 31, 2010 in audio lettura, Audio lettura veloce passiva, lettori mp3 | 0 comments

Agli amici amanti dello Speech Reading segnalo che ho testato che Balabolka è più stabile sotto Windows 7.
Prima sia su Windows XP che Vista quando esportavo il file in formato audio (io lo esportavo in formato WAV perchè preferisco comprimerlo dopo con Wavelab) con voci Sapi5 l’esportazione mi si piantava. Ora invece sotto Windows 7 è tutto più stabile esporto interi libri generando file da 2, 3 fino a 5 ore.

Da un certo punto di vista questo è fantastico perchè mi ha velocizzato l’esportazione.

Ma da un altro punto di vista questi file enormi (anche più di 1 GB) sono scomodi da maneggiare.
Immaginati di star ascoltando il tuo bel libro con il tuo lettore mp3, magari il file dura 3 ore, tu sei a 2 ore e per qualche motivo devi ascoltare qualche altro file o interrompere e perdi il punto di ripresa. In tal caso ti trovi nella alquanto fastidiosa situazione di dover far ripartire il play di un file così lungo!

Per questo motivo spesso la cosa più comoda è avere il racconto suddiviso in più file, come un album è suddiviso in più canzoni (file mp3).

Come fare a questo punto? Come fare un audio libro? Come convertire il testo in Audio? Come suddividerlo in più file?

Il buon Balabolka arrivato ad oggi alla Versione: 1.33.0.472 ha una funzione apposita nel Menù File che si chiama “taglia e Converti i file audio”. Bisogna smanettarci un po’ ma è decisamente comoda.

Vai al DOWNLOAD di BALABOLKA