Il tempo è valutato oggi come la cosa più preziosa e scarsa. Solo che ci sono almeno 2 importanti problemi che cercherò di riassumere in 2 parole.

Primo Problema: se oggi in occidente, nell’era dell’abbondanza, il tempo è la cosa più preziosa, com’è che il tuo e il mio tempo viene valutato in Euro ad un prezzo di mercato?

Secondo problema: il tuo tempo e il mio tempo sono quantità finite (putroppo per noi), mentre l’Euro è un pezzo di carta stampato potenzialmente all’infinito a fronte di nulla.

La comprensione profonda di questi due problemi comporta una nuova visione del tempo, del valore, quindi anche finanziaria e del lavoro.

La spiegazione di questi aspetti comporta l’acquisizione di parecchie nuove distinzioni. La stesura di questa spiegazione mi sta impegnando da un po’ di giorni. Work in progress. Stay tuned.

Leggi articolo precedente:
Stime a mente? Meglio fare due conti con carta e penna.

Un anno fa entrando nella stazione di Pescara trovai la risposta a queste due domande: perché e come sbagliamo le...

Chiudi